Seguici su Facebook

Ricerca un città o un consiglio

#9 Casa delle Anime

Via dei Giovi Superiore, Voltri, Genova
Nel medioevo, quando la via dei del Giovi era percorsa da migliaia di mercanti, pellegrini, guerrieri ed artigiani diretti a Voltri, la Casa delle Anime era uno dei pochi alberghi che s’incontravano sul percorso.
Secondo la leggenda, i gestori della Casa delle Anime erano però dei briganti e degli assassini: avevano costruito delle particolari stanze con i soffitti mobili che durante la notte venivano fatti cadere sull’ignaro ospite (spesso ricchi mercanti di passaggio), schiacciandolo. Secondo altre testimonianze i malcapitati venivano semplicemente accoltellati o soffocati con una corda, nel sonno o quando si accorgevano d’essere stati derubati. I furfanti, poi, seppellivano il corpo in una macabra fossa comune nelle vicinanze o sul retro della locanda.

Curiosità:
Nonostante i furfanti siano stati arrestati e giustiziati, Casa delle Anime rimase a lungo disabitata perché considerata dagli abitanti della zona un luogo spaventoso e sinistro.

Nel secondo dopo guerra una famiglia decise di provare ad abitare nella casa, diventando testimoni di fatti strani, come pentole che cadevano, oggetti spostati nei posti più strani della casa, rumori e lamenti.

Sembra inoltre, che nelle notti di luna piena, nei pressi della Casa delle Anime si aggiri una fanciulla vestita di bianco alla ricerca del suo fidanzato. La povera ragazza era stata promessa in sposa ad una delle vittime dei briganti ed ella non vedendolo tornare dopo giorni d’attesa, decise d’andare a cercarlo da sola, a piedi, dal paese vicino. Ancora oggi, non avendolo trovato, si aggira senza pace nei pressi di Ca’ delle Anime senza potersi separare da questo luogo maledetto e domanda a chiunque la incroci notizie del suo amore perduto, per poi svanire poco dopo nel nulla, lasciando nell’aria un delicato profumo di rose.

Chi avrebbe il coraggio di passare una notte in questo luogo spaventoso?

Comments