Seguici su Facebook

Ricerca un città o un consiglio

#9 Loggia e Odeo Cornaro

Via Melchiorre Cesarotti 37, 35123 Padova, Italia
Vicino ad una delle gelaterie più rinomate della città, la Romana, dietro ad un anonimo portone al civico 37 di Via Cesarotti troviamo una delle meraviglie più inaspettate di Padova: la Loggia e Odeo Cornaro.
Venne costruito da Alvise Cornaro all’interno del vasto parco della sua residenza nel 1530 d.C. come ambiente di ozio (otium) cioè zona di svago dove si riuniva con gli amici per ascoltare musica, parlare di filosofia, letteratura e architettura, intrattenendosi con spettacoli teatrali e feste.
Alvise Cornaro era un proprietario terriero e imprenditore escluso però dai privilegi dell’aristocrazia veneziana fatto che visse con sconforto per tutta la durata della sua lunga vita.
Fu uno degli antesignani della riscoperta della terra e della svolta fondiaria in seguito alla quale la classe dirigente veneziana abbandonò le tradizionali attività mercantili per investire nell’agricoltura.
Il cardinale Pisani, vescovo di Padova, gli affidò la prestigiosa carica di amministratore dei notevoli possedimenti vescovili.

Curiosità
L’Odeo Cornaro è stato affrescato secondo i gusti del tempo con delle Grottesche: trattasi di affreschi che si rifanno a delle pitture romane che all’epoca i pittori osservavano scendendo con delle funi in degli ambienti ipogei (grotte) che non erano altro che costruzioni e palazzi affrescati dell’antica Roma (Domus Aurea di Nerone).

All’esterno dell’Odeo troviamo un brolo (termine veneto per indicare uno spazio verde all’esterno delle dimore) delimitato dalla Loggia del Falconetto 1524 d.C. (architetto che introduce il gusto della cultura classica nella campagna veneta), anch’essa affrescata, in pietra di Nanto; l’ambiente esterno aveva in passato anche una costruzione antistante l’Odeo andata perduta. In questa zona esterna sono avvenute le prime rappresentazioni teatrali di Angelo Beolco detto il Ruzzante (la cui statua sorge in Piazza Capitaniato) e d’estate continuano tutt’oggi ad esserci eventi teatrali aperti al pubblico.

La Loggia del Falconetto è il più antico edificio teatrale superstite costruito in età moderna.

Prima di diventare proprietà del Comune di Padova rendiamo noto che l’Odeo Cornaro, fino a circa 40 anni fa, era l’ambulatorio medico dell’ultimo proprietario privato di questa meraviglia di Padova.

Si consiglia a seguire una visita sui Colli Euganei alla Villa dei Vescovi a Luvigliano, anch’essa opera del Falconetto, proprietà del FAI.

Comments